A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE
Ennesimo appello al Presidente Musumeci
Dopo la rivolta degli ex parlamentari per i tagli ai vitalizi insorgono gli ex dipendenti siciliani che da oltre un anno hanno perso il 30% della loro media pensione.

Non voglio essere ermetico tantomeno prolisso, ma sulla vicenda che ha visto contrapposti il giornalista e conduttore di “Probaganda Live” Diego Bianchi, in arte “Zoro”, e il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio, c’è poco da dire: nessuna Procura italiana ha per il momento rinviato a...

Google, Facebook e social vari pagheranno gli utenti che producono? L’Europa ci prova
Tra le tante cose che passano spesso in secondo piano sui media ce n’é una che potrebbe interessare tantissime persone: la regolamentazione del copyright sul lavoro intellettuale in internet.

Il risultato dei ballottaggi elettorali è un colpo al cuore per la sinistra italiana. La cronaca di una morte annunciata a cui non si riesce mai a credere fintanto che non si vedono nero su bianco i numeri.

Il dramma dell’elettore della sinistra italiana
Oggi in Italia si sta consumando un vero e proprio dramma. Piccolo, se lo circoscriviamo alla politica teorica; grande, se intendiamo la politica come espressione concreta del vivere quotidiano: il dramma dell’elettore di sinistra e della sinistra italiana.

Stupisce che stupisca che Vincenzo Iaquinta, ex calciatore di serie A nonché campione del mondo a Berlino nel 2006, sia finito tra 147 richieste di condanna del processo Aemelia (il più imponente processo di mafia al nord, anche se sembra non turbare più di tanto la politica e la società civile)...

Quasi 150mila persone sono passate dal Salone del libro di Torino. Non sapevano dove metterle. Molte di loro hanno affrontato pazientemente code di un'ora e più con il peso degli zaini sulle spalle pur di entrare e potersi perdere tra quelle migliaia di volumi che hanno colorato di cultura il...

I 5Stelle come il signor Kien in “Auto da fé”: splendidamente isolati
C’è una parte d’Italia, oltre la metà, che sta gongolando nel vedere le difficoltà dei 5Stelle a trovere un alleato per governare. Spiace dirlo a chi crede nel cambiamento! Ma non ci si può stupire adesso di queste cose, se proprio il Movimento dei grillini negli ultimi hanni ha impostato tutta la...

Qualcuno potrebbe dire che è troppo tardi per essere seri. Una condizione che avremmo auspicato avesse adottato il PD in tanti negli anni di governo renziano. Troppi scandali, diverse riforme fatte benino e molti personalismi. Il PD è a rischio estinzione. Lo sanno bene i suoi elettori, un po’ meno...

Quanta fatica fanno oggi le democrazie, soprattutto in Europa, a giudicare dall’ingovernabilità dei diversi Parlamenti. In Italia, dopo il risultato elettorale, si è detto che è stata fatta una legge elettorale per non governare. Una legge che non da a nessuna colazione o forza politica la...

Educhiamoci alla complessità. Firmiamo un patto sociale, culturale e politico (sì, magari) per riconoscere nella disabitudine alle chiavi di lettura complesse (che siano complesse nelle interpretazioni, mica complesse nella postura radical snob con cui poi ci mettiamo a spiegarle) uno dei problemi...

Ne abbiamo viste e sentite tante, e ogni volta ci siamo stupiti. Uno dei paradossi della comunicazione vuole che a furia di parlare di certe cose, anche le più scomode o difficili da digerire, si finisce con l'accettarle. Da quando sono terminate le elezioni, dal 5 marzo per capirci, non...

Pagine

Abbonamento a Editoriale