A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE
CINEMA

Contromano, Albanese "Ironia per parlare di integrazione"

"Noi abbiamo scelto di affrontare l'argomento da un punto di vista umano - spiega - senza sposare la tesi dell'accoglienza a tutti i costi ma neanche quella opposta del 'tornate a casa vostra', cercando di portare in scena per una volta anche un po' di leggerezza insieme alla forza e alla dignita' di tante persone che vivono in condizioni di disagio, ma non vengono quasi mai raccontate nella loro interezza".

"Un viaggio assurdo per raccontare le contraddizioni e le paure contemporanee, usare la comicita' e l'ironia per mettere a fuoco l'argomento piu' controverso di questo decennio: l'integrazione tra societa', culture e popoli diversi". Cosi' Antonio Albanese parla del suo nuovo film 'Contromano', distribuito da 01 Distribution, in uscita nelle sale il 29 marzo. "Noi abbiamo scelto di affrontare l'argomento da un punto di vista umano - spiega - senza sposare la tesi dell'accoglienza a tutti i costi ma neanche quella opposta del 'tornate a casa vostra', cercando di portare in scena per una volta anche un po' di leggerezza insieme alla forza e alla dignita' di tante persone che vivono in condizioni di disagio, ma non vengono quasi mai raccontate nella loro interezza. Abbiamo cercato di guardare alle paure e ai sogni di tutti provando a confrontarli in un racconto che ci riportasse su un piano di normalita' e umanita'. Sono una persona che osserva quello che gli succede intorno e ho sentito il bisogno di raccontarlo con un po' di garbo e in controtendenza a questo momento storico".
"La storia che io e Andrea Salerno abbiamo sceneggiato insieme al disegnatore satirico Makkox (Marco D'Ambrosio) e a Stefano Bises - ha poi continuato Albanese - racconta le vicende di Marco Cavallaro (il mio personaggio) un onesto commerciante milanese, cinquantenne, single che gestisce un negozio di biancheria di famiglia e a un certo punto della sua esistenza e' costretto a subire la 'concorrenza' del senegalese Ora (Alex Fondja), un venditore ambulante che fa affari d'oro vendendo a sua volta calze davanti al suo negozio ma a prezzi stracciati. Arrivato al colmo dell'esasperazione un giorno Mario decide di rapire Ora per riportarlo personalmente a casa sua, insieme alla sorella Dalida (Aude Legastelois), in un viaggio in auto Milano-Senegal solo andata".

#viaggio #cinema #spettacolo #antonioalbanese #milano #senegal #andreasalerno

Categoria: