A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE

Napoli, spari nel cortile dell'ospedale

Spari verso il cortile dell'ospedale Pellegrini di Napoli, dove era appena giunto un 22enne con delle ferite di arma da fuoco alle gambe. Le condizioni cliniche generali del paziente sono stabili, fa sapere l'ospedale e "non vi sono deficit vascolari in atto". Le ferite gli hanno invece causato due fratture.

Il giovane è giunto in ospedale la scorsa notte, trasportato da alcuni ragazzi: al suo arrivo, un uomo armato di pistola e con il volto coperto da un casco ha esploso alcuni colpi d'arma da fuoco in direzione del cortile dell'ospedale e presumibilmente proprio all'indirizzo del 22enne, che per fortuna non è stato colpito. Sull'accaduto indagano i carabinieri.

"Voglio esprimere solidarietà ai colleghi che questa notte hanno vissuto momenti di paura mentre erano impegnati a fare il proprio lavoro" dice Silvestro Scotti, presidente dell'Ordine dei Medici di Napoli. "Un episodio quello vissuto al Pellegrini - aggiunge Scotti - che deve essere stigmatizzato con decisione e che deve vedere una forte risposta da parte delle più alte cariche dello Stato, del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Tra aggressioni e intimidazioni, si lavora ormai in condizioni proibitive", conclude.