A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE

A Bressanone terza edizione del Festival di Acqua e Luce

Artisti da tutto il mondo ne reinterpretano e valorizzano i tesori culturali con installazioni di luci e arte che la trasformano in un luogo luminoso e magico
A Bressanone tutto è pronto per il “Water Light Festival”, il Festival di Acqua e Luce, che per 17 giorni, dal 9 al 25 maggio trasforma il centro della cittadina (tutte le sera a partire dalle 21) in una splendida galleria d’arte a cielo aperto. Artisti locali e internazionali allestiscono installazioni speciali giocando con i due preziosi elementi della luce e dell’acqua donando alla cittadina altoatesina luoghi luminosi e magici. Il tema centrale di questo festival unico nel suo genere è “Acqua è vita-Luce è arte”. Questa connessione, tra acqua, luce, vita ed arte, crea un'atmosfera unica che permette una percezione completamente nuova della città vecchia e dei suoi luoghi d’acqua. Installazioni luminose e spettacoli in prossimità delle fonti d’acqua attirano l’attenzione su questa preziosa risorsa.

Più di 20 fontane, la confluenza tra i fiumi Isarco e Rienza e altri tesori storici e culturali della città vescovile, saranno reinterpretati per la gioia dei tanti visitatori attesi in questo periodo a Bressanone. Mondi acquatici e arte della luce – una connessione luminosa che invita a meravigliarsi, sognare, partecipare e riflettere. “L’attenzione si concentra sulle caratteristiche della città, sugli angoli preziosi che spesso vengono trascurati – ha detto Stefanie Prieth di Bressanone Turismo, responsabile del progetto - Arte di luce e arte contemporanea si incontrano in questo festival e si completano a vicenda”.
Questa edizione del festival è gemellata con il Festival biennale dell’Acqua di Utilitalia, la federazione delle imprese dei servizi pubblici, che dal 2011 raccoglie ogni due anni scienziati, filosofi, attori, artisti e giornalisti per parlare di risorse idriche in tutte le possibili sfaccettature. Dal 13 al 15 maggio a Bressanone all’interno dei convegni, incontri del Festival dell’Acqua ci si interroga sui mutamenti climatici e scarsità idrica e si indaga se i ghiacciai alpini sono ancora una riserva strategica.

Al centro del Water Light Festival di quest'anno una varietà di artisti internazionali: Stefano Cagol e Giampaolo Talani dall‘Italia, PONG.LI, Dominik Rinnhofer, Andreas Siefert e Rapahel Hanny dalla Germania, Adrian Scherzinger, Camille von Deschwanden e Ann Lee Zwirner dalla Svizzera, Pedro Cavaco Leitão dal Portogallo, Luce Dipinta dalla Gran Bretagna, ma anche Spectaculaires, gli artisti famosi a Bressanone per “Il Sogno di Soliman” e “NATALIE Light Musical Show”, Porté par le vent e Jacques Rival dalla Francia. Julian Angerer, Arno Dejaco, Anna Heiss, Clara Mayr, Nora Pider, Manfred Eccli, Matteo Olliva & Mariano De Tassis, Georg Ladurner, AliPaloma & Markus Hinteregger come anche Ruediger Witcher e Stefano Peluso fanno parte degli artisti locali altoatesini del Festival.

Con il tema “Il mio posto preferito all'acqua”, oltre 550 bambini di Bressanone e dintorni e di Chipata una città dello Zambia (grazie alla partnership con l’OEW l’organizzazione per “un mondo solidale”) hanno preso parte al concorso di pittura, che è stato lanciato nell'ambito del Water Light Festival. Le opere più belle e significative, scelte da una giuria di esperti, saranno proiettate durante il festival sulla facciata dell'Hotel Pupp Pupp uno “Small Luxury Hotel” nel centro storico di Bressanone.
Info:www.brixen.org/waterlight.

Categoria:

Ritratto di Tiziano Argazzi

Biografia

Tiziano Argazzi, giornalista pubblicista. I capelli bianchi, al pari dell’età, aumentano ma la passione per il turismo non accenna a diminuire. Da anni si diletta a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche suggerimenti enogastronomici. Più recentemente, ha iniziato ad occuparsi anche di auto e motori. Fa parte di Neos, l’associazione che dal 1998 unisce giornalisti e fotografi che viaggiano per il mondo e lo documentano con parole e immagini e di Uiga l’Unione italiana giornalisti dell’automotive.