A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE

Zingaretti: "Chiedo spirito unitario"

Un richiamo allo spirito unitario "per fermare la deriva del Paese". E' quello che arriva dal segretario del Pd, Nicola Zingaretti, alla Direzione del partito. "Dobbiamo richiamarci a uno sforzo di serietà, sobrietà e capacità di ascolto e rappresentanza - sottolinea Zingaretti - Chiedo a tutti serietà e spirito unitario per poi scatenare una reazione corale, collegiale, collettiva per fermare la deriva del Paese". Il segretario rileva che "la strada sarà lunga, nessuno si illuda, per muoverci verso il Paese e costruire un progetto politico con cui noi ci candidiamo per essere quella forza che offre all'Italia un'altra possibilità".

"Il primo cantiere da aprire" per Zingaretti, "è la costruzione di una rete di alleanze intorno a noi, un campo ancora fragile ma che è già iniziato grazie allo sforzo dei territori in cui si sta votando, e questo vale sia per le amministrative che per le europee".

Procedendo con l'analisi del risultato elettorale in Basilicata, Zingaretti dice che sul voto "non c'è nessun giudizio consolatorio, anzi, impone grande preoccupazione perché ripropone l'immenso lavoro da fare per uscire da una situazione di difficoltà". "Intanto - osserva - abbiamo riottenuto un campo di gioco nel quale muoverci. La speranza è che c'è un campo che comunque tiene e impone all'Italia un nuovo possibile scenario: un nuovo centrosinistra da costruire con al centro un Pd da rafforzare e una destra che, rispetto alla tendenza post elezioni politiche, ci riconsegna una funzione storica. In Italia c'è una alternativa possibile a Salvini e questa unica alternativa possibile siamo noi e quello che dobbiamo costruire".