A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE
Tutto è pronto per la 27esima edizione della esclusiva manifestazione ideata da Helmuth Köcher

Merano Wine Festival vetrina top per la migliore produzione enogastronomica italiana

Un percorso degustativo e sensoriale che attraversa tutto il Belpaese tra vini e cibi di eccellenza, birrifici artigianali, distillerie e liquori, assieme a 15 consorzi di tutela e gruppi rappresentativi dei territori, con l’obiettivo di celebrare la qualità dei prodotti italiani
Merano Wine Festival, la raffinata manifestazione dedicata al vino al buon cibo, è sulla rampa di lancio. All’edizione di quest’anno, la ventisettesima, in programma a Merano dal 9 al 13 novembre, è annunciata la presenza di oltre 950 case vitivinicole tra le migliori in Italia e nel mondo, oltre 120 artigiani del gusto, 15 chef di spicco e numerosi personaggi di spicco nel mondo Food&Wine.

“Sembra ieri – dice Helmuth Köcher, presidente e fondatore del Merano WineFestival (foto sopra) - che insieme a due amici avevo pensato di trasformare la città di Merano nel ‘salotto buono europeo della raffinatezza’ in cui passato, presente e futuro del vino e della gastronomia trovano spazio per il confronto, la conoscenza, l’incontro”.
In apertura, il programma di quest’anno prevede lo spazio dedicato ai vini biologici, biodinamici, naturali “orange” e PIWI (vitigni resistenti alle malattie) che è il settore più in crescita degli ultimi anni. A seguire, i grandi protagonisti, i vini di The Official Selection nell’incantevole location della Kurhaus e i prodotti gastronomici della Gourmet Arena. E ancora, le immancabili Charity Wine Masterclasses e le novità di quest’anno, The Circle – People, Lands, Experiences nella cornice di Piazza de La Rena e Spirits Experiences, area dedicata al mondo della mixology.

Tutto questo per un Merano WineFestival sempre più caratterizzato dall’eccellenza e dalla qualità, per vivere cinque giorni di esperienze all’insegna di quanto di meglio l’Italia ha da offrire nel panorama dell’enogastronomia. Dal 1992 i migliori vini e prodotti gastronomici selezionati durante l’anno dal “cacciatore di vini” Helmuth Köcher, presidente e fondatore della manifestazione, durante le sue ricerche in Italia e all’estero. Si diceva delle novità di quest’anno. Una di queste è The Circle – People, Lands, Experiences, uno spazio polivalente, di 450 metriquadri nelle immediate vicinanze del Kurhaus, dedicato all’approfondimento e all’esplorazione dei diversi territori italiani attraverso incontri e confronti che mirano a valorizzare le eccellenze enogastronomiche, le competenze, le abilità, i plus delle diverse destinazioni. Dal 9 al 12 novembre, The Circle offrirà ai visitatori, dalle 9 (Breakfast) alle  24 (FuoriFestival), una scaletta ricca di contenuti pensati per gli appassionati che affollano ogni anno Merano, alla ricerca del meglio delle produzioni enogastronomiche.

Sabato 10 novembre è in programma una conferenza dedicata al “Futuro del Vino” al Teatro Puccini, durante la quale Helmuth Köcher e una serie di ospiti, tra cui esperti e personalità di spicco, si confrontano in una tavola rotonda che vuole mettere l’accento sulle prospettive future della viticoltura tra l’influenza dei cambiamenti climatici, i nuovi gusti e le aspettative dei consumatori.
Alla ricerca del miglior giovane professionista di sala ci pensa Xenia - Emergente Sala, il contest omaggio all’antico concetto greco dell’ospitalità, ideato da Luigi Cremona giornalista e critico enogastronomico. Giunto alla sua terza edizione al Merano WineFestival, è l’appuntamento chiave che riassume i valori dell’accoglienza e del servizio, per capire lo stato del mestiere di sala all’interno della ristorazione italiana. Il contest prevede le prove di due giorni (8 e 9 novembre) all’interno delle terme storiche di Merano; la proclamazione dei giovani vincitori avviene durante la cena di gala del venerdì nel Kurhaus.
Per la prima volta al Merano WineFestival uno spazio dedicato ai vini rosati. Si chiama Rosé - Vino in Futuro ed è allestito al Kurhaus in Sala Czerny, da sabato 10 a lunedì ̀12 novembre. Protagonisti sono i vini dei territori storicamente vocati alla produzione dei rosati, i cui consorzi di tutela lo scorso aprile hanno siglato il “Patto del Rosé” per la promozione unitaria della cultura del rosato, in Italia e all'estero. Si potranno così degustare Chiaretto di Bardolino, Valtènesi Chiaretto, Cerasuolo d'Abruzzo, Castel del Monte Rosato e Salice Salentino Rosato, per un totale di poco meno di 100 etichette servite dai sommelier Onav e coordinate dal consorzio Valtènesi.

Nello spazio della Gourmet Arena, lungo la “Passerpromenade”, la famosa passeggiata a fianco del fiume Passirio, amata dalla principessa Sissi, si collocano anche 15 tra consorzi di tutela e gruppi rappresentativi dei territori, tra i quali spiccano Territorium Abruzzo con 11 aziende di culinaria e vini e Territorium Campania con 8 aziende di vini e prodotti gastronomici. In particolare, alla Campania è dedicato un’area show cooking dove assaggiare specialità regionali. Poi Spirits Experience, la nuova area espositiva dedicata a distillati, liquori, vermouth e amari. Collocata nella graziosa Promenade, a due passi dal Kurhaus, nei giorni del Festival si alterneranno al suo interno cocktail bar, tasting e seminari tematici, per conoscere da vicino l’universo della mixology. Saranno protagonisti il whiskey, il distillato nobile; le origini del rum, alla scoperta della storia e cultura dei Caraibi; la liquoristica italiana, tra tradizione e innovazione ed infine il vermouth e i suoi segreti. Per completare la propria spirits experience non può mancare l’area dedicata alla miscelazione, dove assistere alle esibizioni dei barman nella creazione di speciali drink e assaggiare cocktail di altissima qualità. Un’esperienza unica ed emozionante, nel cuore di Merano.
Infine si rinnova l’annuale appuntamento al Merano WineFestival con la presentazione della guida ViniBuoni d’Italia. Il curatore Alessandro Scorsone ha annunciato che la premiazione dei produttori che hanno vinto la Corona si terrà il 10 novembre ore 10,30 al Teatro Puccini di Merano.
E poi il gran finale con Catwalk Champagne, la sfilata delle migliori maison di champagne francese accompagnate da una selezione di eccezionali prodotti culinari che si tiene nell’incantevole cornice della Kurhaus.

Info: www.meranowinefestival.com.

Categoria:

Ritratto di Tiziano Argazzi

Biografia

Tiziano Argazzi, giornalista pubblicista. I capelli bianchi, al pari dell’età, aumentano ma la passione per il turismo non accenna a diminuire. Da anni si diletta a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche suggerimenti enogastronomici. Più recentemente, ha iniziato ad occuparsi anche di auto e motori. Fa parte di Neos, l’associazione che dal 1998 unisce giornalisti e fotografi che viaggiano per il mondo e lo documentano con parole e immagini e di Uiga l’Unione italiana giornalisti dell’automotive.