A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE
La manifestazione è in programma dall’1 al 4 novembre, in provincia di Treviso. Il lungo weekend di festa è aperto al pubblico e l’accesso è gratuito

Tiramisù World Cup 2018: sta per alzarsi il sipario

L’evento non è fine a sé stesso, ma vuole creare una vera e propria community di amanti del Tiramisù in tutto il mondo. Quest’anno tavoli di gara aperti anche ai prodotti per celiaci e gluten free
Arriva a Treviso l’edizione 2018 della “TWC Tiramisù World Cup”, la più grande sfida del famoso dolce fatto in casa, che premia chi fa “davvero il tiramisù più buono del mondo”. Da quest’anno inoltre sarà possibile scegliere tra la ricetta originale e quella creativa.
Il filo conduttore della prossima edizione  è il Prosecco e il suo territorio: le tappe della selezione saranno infatti i comuni di Conegliano (1 novembre nel Chiostro dell’ex convento di San Francesco), Pieve di Soligo (2 novembre, a Villa Brandolini di Solighetto) e Valdobbiadene (3 novembre, Villa dei Cedri). Semifinali e finalissima domenica 4 novembre a Treviso.

“Grazie all’apporto di molti attori del turismo e del commercio del territorio trevigiano e veneto, quest’anno abbiamo fatto crescere la TWC per offrire tante novità ai nostri concorrenti – ha spiegato Francesco Redi di Twissen, ideatore e organizzatore dell’evento – e dopo il successo dello scorso anno, per il 2018 abbiamo in serbo una serie di sorprese: una novità su tutte è che ci sarà un vincitore sia nella categoria “ricetta originale” (quella che lo scorso anno ha decretato Campione il feltrino Andrea Ciccolella) sia nella categoria “ricetta creativa”, con più possibilità per i concorrenti di accedere alle fasi finali”.

Tra le ricette tradizionali, le più conosciute sono molto simili: quella del ristorante Le Beccherie di Treviso (Veneto) e quella dell’Albergo Roma di Tolmezzo (Friuli Venezia Giulia).
“Questa importante manifestazione mette in risalto uno tra i prodotti italiani più famosi al mondo – dice Roberto Lestani, presidente della Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria, che patrocina l’evento – si vive in un mondo economico complesso non solo a livello italiano ma anche internazionale ed è opportuno creare sistema e sinergia in particolare quando si parla di food, turismo ed enogastronomia. Siamo un Paese che ha ancora molte cose da dire in campo internazionale: la TWC è un’opportunità di crescita per il territorio, per gli appassionati e per i professionisti, ma anche per l’Italia per creare punti di incontri e di interscambi per la crescita del comparto”.
Intanto per la gara, la Tiramisù World Cup ha scelto gli “ingredienti” delle aziende: Lattebusche (mascarpone), Hausbrandt (caffè), Matilde Vicenzi (savoiardi); oltre a loro, anche Astoria Wines, Dolcefreddo Moralberti, Tognana Porcellane e Best Western Premier BHR Treviso Hotel.

Un’altra delle tante novità di quest’anno è l’apertura dei tavoli di gara alla celiachia e al mondo “gluten free”. Infatti grazie all’impegno dell’azienda dolciaria veronese Vicenzi, che fa capo al brand Matilde Vicenzi, a fornire a tutti i concorrenti in gara oltre ai savoiardi Vicenzovo tradizionali, di propria produzione, anche la fornitura dei famosi biscotti in versione “gluten free”, così da permettere ai celiaci di competere ugualmente per realizzare il “tiramisù più buono del mondo”. Un’iniziativa significativa che, oltre ad accogliere le richieste più attuali legate a particolari esigenze alimentari, riconoscendole e tutelandole, sancisce al contempo la collaborazione tra la TWC e l’AIC (Associazione Italiana Celiachia) del Veneto che patrocinerà l’evento.
“Quella di Matilde Vicenzi è un’azione valoriale di forte sensibilità e di inclusione che accredita la nostra scelta di averla voluta al nostro fianco nella Tiramisù World Cup – spiega Francesco Redi – e pertanto predisporremo dei tavoli di gara “gluten free” nella location di Villa Brandolini a Pieve di Soligo, che ospiterà le selezioni nella giornata di venerdì 2 novembre, garantendo che non ci sia alcuna contaminazione di farinacei a tutela di tutte le persone celiache presenti. Non solo: i concorrenti “senza glutine” potranno partecipare sia con la propria ricetta creativa del tiramisù, sia con quella originale”.
Gianni Mazzucato, vice presidente AIC Veneto: "Siamo stati particolarmente entusiasti di questo invito, che dà la possibilità agli associati e a tutti i celiaci di trasformarsi in pasticceri e partecipare attivamente a questo “goloso” evento. E’ stato quindi con piacere che AIC Veneto ha concesso il patrocinio alla manifestazione. Auguro a tutti buon divertimento e colgo l’occasione per lanciare una doppia sfida: la prima a tutti i “concorrenti gluten free”, che devono dimostrare la loro abilità nell’appianare le diseguaglianze organolettiche delle ricette senza glutine nei confronti di quelle che lo contengono; la seconda, a coloro che assaggeranno e giudicheranno le prelibatezze succitate, che dovranno invece trovare le differenze (se ci saranno!)".

Poi per l’edizione di quest’anno il Tiramisù si fa “extra”. Infatti gli organizzatori, i partner della Twissen e il Comune di Treviso hanno deciso di offrire ai partecipanti ed ai turisti, una serie di iniziative per accompagnare il turista nel suo soggiorno nella Marca trevigiana con tour alla scoperta del territorio della Marca, attività collaterali alla gara e pacchetti di soggiorno (come già per l’edizione 2017) per chi intende trascorrere più di un giorno a Treviso. Ecco allora che per far conoscere le iniziative, è nata una sezione dedicata del sito www.tiramisuworldcup.com denominata “Esperienze”; sempre all’interno del sito, ci sarà poi la pagina “Tiramisù Hotel”, in grado di elencare gli hotel associati Confcommercio che offriranno un “welcome tiramisù” ai propri ospiti. Dalla sezione sarà inoltre possibile ottenere la “Tiramisù Card”: un carnet di convenzioni con bar, ristoranti ed esercizi commerciali associati FIPE-Confcommercio e non solo. Un’ultima grande novità è poi la “Tiramisù World Cup Extra”: un set di eventi culturali che permettono di godere in maniera diversa Treviso, dalle “Storie del Tiramisù a Treviso” (31 ottobre) alla “Cantata del Caffè” (3 novembre).

Categoria:

Ritratto di Tiziano Argazzi

Biografia

Tiziano Argazzi, giornalista pubblicista. I capelli bianchi, al pari dell’età, aumentano ma la passione per il turismo non accenna a diminuire. Da anni si diletta a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche suggerimenti enogastronomici. Più recentemente, ha iniziato ad occuparsi anche di auto e motori. Fa parte di Neos, l’associazione che dal 1998 unisce giornalisti e fotografi che viaggiano per il mondo e lo documentano con parole e immagini e di Uiga l’Unione italiana giornalisti dell’automotive.