A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE

Indonesia, sisma e tsunami: quasi 400 morti

Bilancio drammatico in Indonesia. Sono 384 i morti e centinaia i feriti a causa delle scosse di terremoto e del successivo tsunami che hanno colpito la zona di Palu, sull'isola di Sulawesi. Lo ha reso noto la protezione civile, aggiornando il precedente bilancio fermo a 48 persone.

Oltre alle vittime accertate, ci sono almeno 356 feriti in tre ospedali della cittadina, ha reso noto il portavoce della Protezione civile indonesiana, Sutopo Nugroho, dopo il sisma di magnitudo 7.7 della scala Richer ha scosso l'isola centrale ad est del Borneo.

La maggior parte delle vittime sono concentrate a Palu, capoluogo dell'isola di Sulawesi in cui risiedono 350mila persone investito dall'onda di 2-3 metri che ha fatto seguito alle due diverse scosse di terremoto. L'emittente locale 'Metro Tv' ha inviato immagini riprese dai telefoni cellulari in cui si vedono le onde che colpiscono le case.

I danni sono molto importanti. Il primario dell'ospedale Undata di Palu, Komang Adi Sujendra, ha lanciato un drammatico appello per assistenza: "Abbiamo bisogno di tutto l'aiuto possibile. Abbiamo bisogno di ospedali da campo, personale ospedaliero, medicine e coperte".