A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE

Il populismo di Salvini che sta ricompattando la sinistra

Il populismo di Salvini che sta ricompattando la sinistra
Ormai le carte sono scoperte, la politica della Lega di Matteo Salvini è di destra. Una destra non più liberale ma con pericolose derive autoritarie. Il modo in cui il vicepremier comunica, le provocazioni propagandistiche e le trovate pubblicitarie, fanno pensare che si stia preparando al grande colpo di governare il Paese tutto da solo.

E mentre Salvini ne fa e ne dice di tutti i colori, Di Maio resta a guardare. Diverse volte, infatti, il leader pentastellato ha dovuto prendere le distanze, mai poi eccessive, dalle sparate a trazione leghista.
Ma il fenomeno interessate della recrudescenza di destra favorita dall'ascesa della Lega è certamente il desiderio di sinistra che sta crescendo nell'aria. Desiderio di compattarsi in un fronte unico di sinistra in grado di rispondere identitariamente alla Lega. Una risposta strutturale e morale.
Difficile dire che ne possa essere il leader, il rischio di essere risucchiati nella vacuità di un centrismo sempre seducente non favorisce per il momento la piena aggregazione. Chissà che coloro i quali hanno vissuto le stagioni delle grandi conquista civili degli anni settanta, non comprendano la grande occasione che si presenta e non facciano il passo indietro favorendo l'inserimento al comando di nuove leve.
In questo momento c'è davvero tanto bisogno di prendere il meglio della cultura inclusiva della migliore sinistra.

Categoria:

Ritratto di Silvio Aparo

Biografia

Silvio Aparo nasce a Siracusa nel 1971 ma comincia i primi passi professionali a Milano, presso la redazione de “La Voce” di Montanelli, dove nel 1994, in qualità di photo editor, è parte del team creativo del giornalista Vittorio Corona.
Corrispondente del Giornale di Sicilia dal 2004 fino al 2011, si occuperà anche di ricerca, sviluppo, progettazione editoriale e nuovi modelli di business editoriali.
Dal mese di febbraio 2018 è fondatore e Direttore del quotidiano di inchieste e approfondimenti nazionali VoxPublica.it