A differenza di altri giornali, non abbiamo creato un paywall (muro a pagamento): vogliamo mantenere il nostro giornale il più aperto possibile. Il giornalismo di VoxPublica impiega molto tempo, denaro e duro lavoro per produrre la qualità che state cercando. Se vogliamo restare indipendenti non possiamo essere finanziati dalla pubblicità, abbiamo quindi bisogno che i Lettori ci finanzino. Se vi piace quello che scriviamo contribuite a difenderlo, con voi il nostro futuro e il giornalismo libero saranno più sicuri. 
SOSTIENICI CON 3 EURO AL MESE
A quattro anni dall’introduzione della terza generazione, la city car è stata ampiamente rivisitata e resa più moderna

Profondo restyling per Škoda Fabia

Le linee che caratterizzano il frontale e il posteriore rendono ancora più accattivante il design del fortunato modello. Ampliata la gamma dei sistemi di assistenza: per cambio di corsia, manovre di uscita dal parcheggio e assistenza agli abbaglianti
Dal lancio sul mercato, avvenuto nell’anno 1999, Škoda Fabia è stata consegnata a oltre quattro milioni di clienti, affermandosi così come una delle auto più vendute nel segmento e modello di successo per antonomasia. Con il trascorrere degli anni la compatta di Mladá Boleslav è diventata il secondo modello più longevo del Marchio della Freccia Alata. E la domanda continua a mantenersi elevata. A quattro anni dall’introduzione della terza generazione, la city car viene ampiamente rivisitata e resa più moderna. Per Karl Neuhold, Responsabile del Design degli esterni Škoda, l’evoluzione dell’estetica della vettura ha rappresentato una sfida e un’opportunità allo stesso tempo. La zona frontale della vettura è caratterizzata dal nuovo disegno della calandra. L’essenzialità delle linee contraddistingue anche il design dei gruppi ottici e del paraurti anteriore con fendinebbia integrati. In stile tipicamente Škoda, i nuovi fari si richiamano all’estetica di un cristallo sapientemente lavorato, impreziosendo così l’immagine dell’auto nel suo insieme. Per la prima volta per questa vettura sono disponibili a richiesta anche i fari Led. Per quanto concerne le luci di marcia diurna, la tecnologia Led è di serie fin dal debutto del restyling. A richiesta sono disponibili i nuovi gruppi ottici posteriori con tecnologia Led, che accentuano la forma a C tipica del marchio. Sulla versione Twin Color Monte Carlo i gruppi ottici anteriori e posteriori in tecnologia Led sono di serie. Un nuovo paraurti posteriore con riflettori integrati conferisce al posteriore un profilo estetico ancor più espressivo. Inoltre a partire dalla versione Style, è dotata di cerchi in lega di serie. Per la prima volta, sono disponibili per la variante a due volumi anche i cerchi Vega neri con profili diamantati da 18 pollici. Diventa così possibile scegliere complessivamente tra sei nuovi design di cerchi in alluminio. La carrozzeria vanta poi numerose possibilità di personalizzazione – sono disponibili 15 colori carrozzeria; il colore grigio acciaio è riservato a Twin Color Monte Carlo. L’optional ColorConcept, disponibile per la versione a due volumi e di serie su Fabia Twin Color, offre inoltre la possibilità di verniciare tetto, montanti anteriori, specchietti retrovisori esterni e cerchi Vigo da 16 pollici in un colore di contrasto (nero o argento).

Interni più stile e nuove superfici
Gli interni coniugano funzionalità e un ambiente di alta qualità. I nuovi rivestimenti dei sedili si distinguono per l’originalità. Imbottiture bicolore con cuciture in contrasto abbinate sui braccioli delle porte e sul bracciolo centrale (disponibile a richiesta) assicurano un look d’insieme all’insegna di sportività e dinamismo. Con la versione Style (non disponibile in Italia) sono disponibili a richiesta cuciture in bianco o beige sui braccioli delle porte e sul bracciolo centrale mentre i sedili sono rivestiti in Tecnofibra ArtVelours/tessuto; a richiesta sono disponibili anche sedili sportivi con cuciture in contrasto rosse. La plancia è stata ridisegnata ed è caratterizzata da nuovi colori e inserti decorativi. Come optional sono disponibili ulteriori possibilità di personalizzazione, come il Pacchetto dinamico (sedili sportivi neri con rivestimenti Tecnofibra ArtVelours /tessuto e cuciture in contrasto rosse, volante sportivo multifunzione, pedaliera in look alluminio, telaio sportivo, a richiesta due listelli decorativi per il cruscotto, interni neri e pannelli delle porte con cuciture rosse sui braccioli). Rivisitati anche gli strumenti di forma circolare: tutte le indicazioni oggi sono leggibili con una facilità e un’immediatezza ancora superiori. Un’ulteriore funzionalità, di serie per le versioni Style (non disponibile in Italia) e Fabia Twin Color Monte Carlo, è offerta dall’illuminazione per il vano nella consolle centrale; gli oggetti alloggiati al suo interno, quindi, possono essere trovati facilmente anche in condizioni di oscurità. Più confortevole anche l’impiego degli alzacristalli elettrici. Premendo per qualche istante il tasto sulla portiera, il relativo cristallo si apre o chiude automaticamente – non occorre quindi tenerlo premuto per tutto il tempo dell’operazione. Questa funzione è presente per tutti i cristalli elettrici, non più quindi solo per il cristallo della porta conducente, come in passato. È inoltre possibile aprire e chiudere tutti i cristalli elettrici contemporaneamente. A tal fine occorre solo premere e tenere premuto il tasto di bloccaggio o sbloccaggio sul radiocomando. Nonostante le dimensioni compatte, 3.997 mm di lunghezza e un passo di 2.470 mm, la city car offre spazio confortevole per cinque persone. La versione a due volumi dispone di uno dei bagagliai più grandi nel segmento di riferimento. Ribaltando il sedile posteriore, frazionabile nel rapporto 60:40, il volume base di 330 litri può essere ampliato fino a un massimo di 1.150 litri. Lunga 4.262 mm, infine, la versione Wagon offre il bagagliaio più grande del suo segmento, per un volume di carico base di 530 litri, incrementabile fino a un massimo 1.395 litri.

Nuove idee Simply Clever
Com’è tipico della Casa boema, la nuova versione aggiornata di Fabia convince anche per le soluzioni Simply Clever che facilitano la vita quotidiana. Una novità a bordo è rappresentata dal tappetino double-face per il fondo del bagagliaio: a seconda delle esigenze, è possibile utilizzare la superficie in tessuto o quella in gomma, più facile da pulire. Inoltre offre un alloggiamento per tablet o smartphone e due porte USB sui sedili posteriori per la ricarica di smartphone o altri dispositivi. La versione WAGON dispone adesso di una torcia a LED estraibile nel bagagliaio, che viene automaticamente ricaricata a vettura in movimento. La torcia è dotata di una calamita, grazie alla quale può essere fissata facilmente, per esempio, alla carrozzeria della vettura.

Propulsori a benzina efficienti e vivaci
Per Fabia, la Casa automobilistica boema punta con decisione su motori a benzina tanto briosi quanto efficienti. Tutti i propulsori sono tre cilindri da un un litro di cilindrata. Dal punto di vista tecnico i motori si differenziano, per esempio, per sistema di iniezione e sovralimentazione. Škoda ha ampiamente rivisitato tutti i motori e li ha dotati da subito di un secondo catalizzatore e di una gestione motore ottimizzata. Per Škoda Fabia sono disponibili tre motori benzina tre cilindri da un litro di cilindrata, tanto efficienti quanto briosi. La gamma di potenze spazia da 75 a 110 Cv. Il propulsore più potente è disponibile a richiesta anche con un cambio automatico DSG a 7 rapporti. Il motore 1.0 MPI 60 Cv verrà introdotto nel corso dell’anno. Entrambi i TSI sono dotati di filtro antiparticolato specifico per motori benzina.

Il costo: La entry level ha un costo di 14.370 euro. La top di gamma (1.0 TSI ScoutLine DSG) costa invece 20.520 euro.
 

Categoria:

Ritratto di Tiziano Argazzi

Biografia

Tiziano Argazzi, giornalista pubblicista. I capelli bianchi, al pari dell’età, aumentano ma la passione per il turismo non accenna a diminuire. Da anni si diletta a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche suggerimenti enogastronomici. Più recentemente, ha iniziato ad occuparsi anche di auto e motori. Fa parte di Neos, l’associazione che dal 1998 unisce giornalisti e fotografi che viaggiano per il mondo e lo documentano con parole e immagini e di Uiga l’Unione italiana giornalisti dell’automotive.